Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Lorusso: “Con l’estensione ai cococo dell’assicurazione infortuni si apre una nuova stagione di tutele”

Raffaele Lorusso

Raffaele Lorusso

La tutela dei giornalisti non contrattualizzati passa attraverso un allargamento dei diritti e delle tutele. E in questo quadro si inserisce il provvedimento dell’Inpgi che apre anche sui ai cococo l’ombrello dell’assicurazione per gli infortuni professionali. “L’estensione della copertura assicurativa per infortuni professionali anche ai giornalisti titolari di contratti di collaborazione continuata e continuativa rappresenta un importante passo in avanti verso la creazione di un welfare della categoria esteso ed inclusivo”: afferma Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi “La delibera del Comitato amministratore della gestione previdenziale separata dell’Inpgi – osserva Lorusso – dà piena attuazione all’accordo contrattuale del giugno 2014, assicurando un’adeguata copertura assicurativa antinfortunistica presso la gestione separata dell’Istituto. Si tratta di una novità rilevante perché viene data attuazione alla volontà del sindacato dei giornalisti di prevedere adeguati strumenti di tutela anche per coloro che sono fuori dal perimetro del lavoro dipendente. Questa volontà, diventata un punto fermo del contratto di lavoro sottoscritto a giugno 2014, è stata pienamente fatta propria dall’Inpgi, al quale va il ringraziamento del sindacato dei giornalisti. Con la delibera approvata l’altro giorno, vengono poste le basi per la creazione di un sistema di servizi, garanzie e tutele per i colleghi non lavoratori dipendenti. Prevedere l’assicurazione infortuni per tutti coloro che hanno redditi da cococo di almeno tremila euro lordi l’anno significa estendere questa forma di tutela a una platea ampia di giornalisti. Si tratta di una strada che la Fnsi intende percorrere anche con la Casagit e con il Fondo di previdenza complementare, facilitando l’accesso alle prestazioni da parte dei giornalisti titolari di rapporti di lavoro parasubordinato o lavoratori autonomi. In questo senso, lo schema di riforma dello statuto del Fondo di previdenza complementare, recependo l’accordo contrattuale, prevede la possibilità di iscrizione per i giornalisti titolari di rapporti di cococo. Ferme restando le politiche di inclusione contrattuale, da cui il confronto con gli editori non potrà prescindere, il rafforzamento del welfare per la parte più debole della categoria continuerà ad essere uno dei tratti distintivi dell’azione della Fnsi. Un modo di essere vicini con i fatti ai colleghi non contrattualizzati”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: