Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Salvare l’Inpgi per salvare la professione, il suo welfare, la sua indipendenza

Marina Macelloni

Marina Macelloni

Dal  10 al 12 febbraio 2020 (per via telematica) e nelle giornate del 15 e 16 febbraio  (ai seggi) si vota per il rinnovo del Consiglio generale dell’Inpgi.

 #ControCorrente punta sulla continuità della gestione della presidente Marina Macelloni che in questi quattro anni ha fatto argine contro chi, per interessi personali e di potere, ha continuato a invocare il commissariamento dell’Inpgi, senza preoccuparsi delle pesanti ricadute sulle pensioni dei giornalisti e su tutto l’impianto solidaristico della categoria.

Quattro anni caratterizzati da un disequilibrio pesante tra contributi versati e prestazioni pagate e da un mercato del lavoro giornalistico in costante e progressivo peggioramento che purtroppo non dà segni di ripresa, mentre gli editori sono assenti sul fronte di una strategia di rilancio del settore cartaceo.

Quattro anni in cui, nonostante il contesto recessivo, la presidenza Macelloni ha saputo trovare risposte in grado di mettere in sicurezza l’Istituto e di strappare risultati positivi sia per la gestione principale sia per quella separata, in un processo decisionale collegiale e trasparente (Inpgi è sottoposto al controllo dei ministeri del Lavoro e dell’Economia e Finanza, oltre che dalla Corte dei Conti) che ha mediato tra l’esigenza primaria di far quadrare i conti nell’interesse di tutti e la tutela dei soggetti più deboli.

Impegni mantenuti e obiettivi raggiunti:

la  riforma delle prestazioni dell’Inpgi 1. Un provvedimento necessario e doloroso e, stante il pesante disavanzo, di grande impatto sui colleghi  lavoratori e sui pensionati, varato con l’obiettivo di garantire l’equilibrio economico dell’Istituto tenendo però in massima considerazione l’equità tra le generazioni;

− l’avvio della dismissione di parte del patrimonio dell’Istituto con la vendita degli immobili. Un’operazione, anche questa necessaria e dolorosa, portata avanti cercando di preservare le fasce più deboli degli inquilini e nello stesso tempo garantire prezzi equi ai compratori;

la riforma dell’Inpgi2, approvata dai ministeri vigilanti e resa subito operativa, con inediti vantaggi per i colleghi lavoratori autonomi che ottengono un livello più elevato di tutele in prestazioni previdenziali e assistenziali;

il pagamento triennale della Casagit per i cococo;

Ciò che ha ispirato la gestione Macelloni è stata la consapevolezza che qualsiasi riforma, che va a incidere sul contenimento dei costi e sul conseguente taglio delle prestazioni, sarebbe ed è inutile senza un intervento deciso sulle entrate.

Di qui lo sforzo degli amministratori dell’Istituto per arrivare al varo della legge che permette, a partire dal 2023,  l’inserimento nell’Inpgi dei comunicatori. Una misura essenziale, visto lo stato di profonda crisi del settore, che porta all’allargamento della base imponibile contributiva e conseguentemente alla sostenibilità del bilancio. Misura che dimostra una capacità di visione complessiva e complessa delle problematiche.

Il cammino è ancora lungo, ma le basi sono state gettate e ora si tratta di portare a termine il percorso per la tenuta dell’Inpgi e quindi della categoria tutta: con responsabilità, competenza, trasparenza e condivisione.

Ed è con questa consapevolezza che, alle prossime elezioni dell’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti, #ControCorrente ha deciso di presentare proprie candidature nelle regioni per i colleghi attivi e, nelle circoscrizioni nazionali, per i pensionati, i revisori dei conti e la gestione separata.

Gestione Principale – Collegio nazionale dei pensionati:

Marina Cosi, Simona Coppa, Silvia Garambois, Agostino Dino Pesole, Pietro Treccagnoli, Gian Paolo Boetti, Giuseppe Gulletta

Gestione Separata – Comitato Amministratore

Nicola Chiarini, Stefania Di Mitrio, Massimo Marciano

Gestione Principale – Sindaci

Enrico Castelli, Savino Cutro, Lucia Visca

Gestione Separata – Sindaco

Olimpia De Casa

 

Questi i candidati di #ControCorrente e delle altre espressioni della maggioranza nelle regioni:

Valle D’Aosta: Benoit Girod

Piemonte: Daniele Cerrato, Giovanni Armand Pillon

Liguria: Luca Di Francescantonio

Lombardia: Marina Macelloni, Claudio Scarinzi, Daniela Dirceo, Domenico Affinito, Guido Besana, Antonello Capone, Andrea Cremonesi, Gabriella Piroli

Veneto:  Massimo Zennaro, Giulia Cananzi

Trentino Alto Adige: Giuseppe Marzano, Gianfranco Piccoli

Friuli Venezia Giulia: Ciro Esposito

Emilia Romagna: Marco Girella, Gian Luca Zurlini

Toscana: Olga Mugnaini, Simona Poli

Umbria: Sergio Casagrande

Marche: Vincenzo Varagona

Lazio: Ida Baldi, Antonella Baccaro, Roberta D’Angelo, Goffredo De Marchis, Francesco Padoa, Stefano Polli, Andrea Rustichelli

Campania: Francesca Ghidini, Antonella Monaco

Abruzzo: Antimo Amore

Basilicata: Francesco Loscalzo

Puglia: Piero Ricci, Michele Peragine

Molise: Pasquale Florio

Sardegna: Pier Sandro Pillonca

Sicilia: Francesco Nuccio, Francesco Triolo

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 gennaio 2020 da in Assostampa Regionali, Elezioni, Giornalisti, Inpgi con tag , , , .

GDPR

Teniamo molto alla protezione dei vostri dati personali perchè crediamo in una comunicazione aperta, sicura e trasparente.

In occasione dell’entrata in vigore, a partire dal 25 maggio, del Regolamento Generale sulla Protezione dei dati (GDPR) nell’Unione Europea 2016/679, vi comunichiamo che utilizziamo i vostri dati personali (nome e indirizzo e-mail) esclusivamente per l’invio delle nostre notizie di attività sindacale.

Chi desiderasse essere cancellato/a dal, troverà in calce a ogni mail il bottone annulla iscrizione.

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: