Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Caro presidente Verna, allora è vero: siamo tutti sciacalli e puttane?

Marcello Zinola

Marcello Zinola

Per il presidente nazionale dell’Odg va accettato il confronto con chi,  vice Primo Ministro e iscritto all’ Odg, ci ha insultato nel suo ruolo istituzionale. E non si è scusato ed è pure (o no?) sottoposto a procedimento disciplinare.

Questa (vedi notizia Ansa-Napoli) la proposta del nostro presidente nazionale Odg

(ANSA) GIORNALISTI. CARLO VERNA (ODG) PRONTO A UN CONFRONTO CON DI MAIO SULLE POLITICHE DEL GOVERNO E SUI TAGLI ALL’EDITORIA, NON SULL’EQUO COMPENSO MATERIA DEL SINDACATO.

NAPOLI, 19 gennaio 2019. – “Martedi’ ci sara’ un nostro consiglio nazionale e la mia proposta sara’ quella di accettare l’invito di Di Maio per la doverosita’ di ristabilire relazioni istituzionali corrette, spiegando a chi e’ anche vicepremier quali siano i nostri elementi di dissenso sulle politiche del governo relative all’informazione e in particolare sui tagli all’editoria”. E’ quanto ha detto il presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti Carlo Verna, intervenendo a Napoli al premio giornalistico Domenico Ferrara, intitolato allo storico presidente di un altro ente di categoria, la Casagit. “L’Ordine dei giornalisti – ha aggiunto Verna – non fa sconti ne’ alza muri. E sara’ sempre interlocutore scomodo per tutti perche’ non solo rigoroso nel merito, ma anche dei limiti delle competenze. Pertanto e’ evidente che non potra’ trattare di equo compenso col ministro Di Maio senza al proprio fianco la Fnsi. Ma non l’avrebbe fatto neanche insieme al sindacato, perche’ c’e’ una legge dello Stato, la 233/2012, che indica come il soggetto titolare del potere di convocazione sia il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria, individuando come soggetti dello specifico tavolo tra gli altri, e senza prevedere esclusive o esclusioni, sia l’Ordine che il sindacato dei giornalisti”. Il presidente del Cnog ha anche anticipato che “sul tema irrinunciabile e improcrastinabile dell’equo compenso l’Ordine dei giornalisti ha in cantiere un’iniziativa nell’ambito delle proprie prerogative che sara’ valutata dal prossimo Consiglio nazionale”. (ANSA).

Caro Presidente…

so di non esserti particolarmente simpatico (tu a me un po’ lo eri e a suo tempo ti ho, con qualche riserva, sostenuto); so di rappresentare per te una presenza ingombrante come responsabile della formazione dell’Odg ligure (continuerò a farlo confidando nella consolidata autonomia di valutazione e giudizio del Cts -che non ne può essere espropriato – sulle proposte che formuliamo, tutte condivise da presidenza e consiglio regionale ligure). Ma devi fartene una ragione essendo il presidente (di tutti) eletto su un programma chiaro, senza se e senza ma.

A fronte di questa notizia Ansa mi domando se a manifestare affermando “siamo tutti infimi sciacalli” c’era Carlo Verna o un suo sosia, se a chiedere le scuse prima di un qualsiasi confronto eri sempre tu con le altre istituzioni di categoria (Fnsi etc) o anche qui un sosia.

Il “collega” e Vice Primo Ministro Di Maio è o no sotto procedimento disciplinare per quegli insulti? Oppure sono due figure sdoppiate?

Il Vice Primo Ministro al tavolo “val bene una messa” cioè, di fatto, accettare gli insulti? La tua proposta indebolisce l’unità della categoria, è (perdona l’ardire) cerchiobottista perché da un lato dice di non volere entrare sui temi sindacali e dall’altro annuncia una proposta (ormai nota ai quattro cantoni) sulla dignità dei compensi. Definizioni diverse, stessa sostanza, analogo risultato: pallone sul dischetto del rigore a porta vuota per chi dentro e fuori dalla categoria (eufemismo) ci rema contro e prova quotidianamente a dividerci giocando sulla pelle del precariato dello sfruttamento come fa il partito del collega Vice Primo Ministro.

Caro Presidente, fermati finché sei in tempo perché se è giusto non alzare muri al confronto, altrettanto giusto è pretendere quantomeno le scuse da chi, formalmente collega e pure vice Primo Ministro, ci ha insultato. Per te l’insulto è stato duplice rappresentandoci tutti come gli altri presidenti, segretari degli enti di categoria. Non dimentichiamo il compianto Presidente Ciampi e quel famoso “schiena dritta” che non può essere relegato nella teca dei ricordi. Non sederti a quel tavolo, fermati finché sei (siete per chi condivide la tua tesi) in tempo.

Tuo, vostro, convintamente infimo sciacallo e puttana

Marcello Zinola
Responsabile Formazione Odg della Liguria

GDPR

Teniamo molto alla protezione dei vostri dati personali perchè crediamo in una comunicazione aperta, sicura e trasparente.

In occasione dell’entrata in vigore, a partire dal 25 maggio, del Regolamento Generale sulla Protezione dei dati (GDPR) nell’Unione Europea 2016/679, vi comunichiamo che utilizziamo i vostri dati personali (nome e indirizzo e-mail) esclusivamente per l’invio delle nostre notizie di attività sindacale.

Chi desiderasse essere cancellato/a dal, troverà in calce a ogni mail il bottone annulla iscrizione.

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: