Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

L’attacco del governo all’Odg è un attacco alla Costituzione

Vito Crimi

Vito Crimi

In realtà dal sottosegretario all’Editoria Vito Crimi, i giornalisti italiani si sarebbero aspettati, nel Decreto Dignità, una norma contro il precariato e lo sfruttamento del lavoro giornalistico, invece si materializzano minacce di abolizione dell’Ordine dei Giornalisti, azioni che rimandano ai periodi più cupi della storia italiana. L’ennesimo attacco alla libertà di informazione e di espressione, costituzionalmente sancite dall’art. 21, e all’autogoverno della professione previsto dall’articolo 33 della Costituzione italiana, la stessa Carta che il M5S aveva detto di voler difendere nel referendum del 4 dicembre 2016.

Il lavoro giornalistico è cambiato? Vero, ma non spetta ad un governo democratico riorganizzarlo; spetta invece all’Ordine dei Giornalisti provvedere all’autoriforma, ma senza la pressione di minacce abolizioniste. E non spetta al sottosegretario all’Editoria parlare di Odg, il confronto invece deve essere portato avanti con l’unico soggetto istituzionale che se ne può occupare ovvero il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

Abolire l’Ordine significa lasciare senza tutele i giornalisti veri e i cittadini, lasciare che la fabbrica dei troll si impadronisca dell’informazione Italiana, già sotto attacco.

Alessandra Costante
Coordinatrice nazionale #ControCorrente 

GDPR

Teniamo molto alla protezione dei vostri dati personali perchè crediamo in una comunicazione aperta, sicura e trasparente.

In occasione dell’entrata in vigore, a partire dal 25 maggio, del Regolamento Generale sulla Protezione dei dati (GDPR) nell’Unione Europea 2016/679, vi comunichiamo che utilizziamo i vostri dati personali (nome e indirizzo e-mail) esclusivamente per l’invio delle nostre notizie di attività sindacale.

Chi desiderasse essere cancellato/a dal, troverà in calce a ogni mail il bottone annulla iscrizione.

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: