Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Addetto stampa in un’azienda privata: i contributi devono essere versati all’Inpgi

Sentenza del Tribunale di Roma

Sentenza del Tribunale di Roma

Il Tribunale di Roma ha rigettato le motivazioni avanzate da una società veneta che gestisce servizi pubblici di fornitura di energia e gas, in merito ai contributi di un dipendente titolare di status giornalistico che di fatto svolgeva attività di addetto stampa. L’Inpgi, a seguito di un accertamento ispettivo, aveva infatti rilevato l’erroneo versamento ad altro ente previdenziale (Inps) della contribuzione relativa al giornalista.

La controversia, risalente al 2016, aveva evidenziato l’omissione contributiva di oltre 50 mila euro dovuta all’erroneo versamento all’Inps, anziche’ all’Inpgi, della contribuzione previdenziale per una giornalista dipendente che aveva svolto attività tipica di addetto stampa in maniera prevalente e maggiormente significativa, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, rispetto alle altre attività di comunicazione e di segreteria svolte in favore del datore di lavoro.

Perché sorga l’obbligo di iscrizione all’Inpgi è infatti sufficiente la instaurazione di un rapporto di lavoro subordinato avente ad oggetto attività giornalistica con un soggetto che sia giornalista professionista, pubblicista o praticante giornalista, mentre la natura del datore di lavoro è indifferente. La Suprema Corte ha inoltre chiarito che ‘‘può essere definito giornalista chi, ai fini dell’informazione, esprime fatti e idee, cioè realizza con mezzi adeguati il cosiddetto messaggio informativo”.

L’azienda veneta, dopo essersi opposta alle valutazioni espresse dagli ispettori dell’Inpgi, aveva contestato il fatto che la giornalista, sebbene titolare di un rapporto di lavoro subordinato, non aveva svolto attività di natura giornalistica.

L’organo giudicante è stato di diverso avviso, confermando l’infondatezza delle ragioni dell’azienda e ribadendo il principio secondo cui, indipendentemente dalla contrattazione collettiva applicata alla singola fattispecie, i giornalisti devono essere obbligatoriamente assicurati all’Inpgi qualora svolgano attività giornalistica subordinata in maniera prevalente e/o esclusiva e ribadendo ancora una volta che l’attività svolta dagli uffici stampa prefigura “una funzione prettamente giornalistica in quanto tesa a diffondere notizie per conto di aziende, organismi ed enti privati o pubblici ”.

 

fonte: Inpginotizie

GDPR

Teniamo molto alla protezione dei vostri dati personali perchè crediamo in una comunicazione aperta, sicura e trasparente.

In occasione dell’entrata in vigore, a partire dal 25 maggio, del Regolamento Generale sulla Protezione dei dati (GDPR) nell’Unione Europea 2016/679, vi comunichiamo che utilizziamo i vostri dati personali (nome e indirizzo e-mail) esclusivamente per l’invio delle nostre notizie di attività sindacale.

Chi desiderasse essere cancellato/a dal, troverà in calce a ogni mail il bottone annulla iscrizione.

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: