Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

No al precariato, no alle querele temerarie: domani giornalisti in piazza

Manifestazione della Fnsi in piazza Montecitorio

Manifestazione della Fnsi in piazza Montecitorio

Contro il precariato, contro le querele temerarie, le minacce, i bavagli alla stampa: tutti i rappresentanti degli istituti di categoria, tante associazioni, tanti giornalisti saranno in piazza Montecitorio domani, alle 9,30 per partecipare al presidio indetto dal sindacato dei giornalisti per chiedere a Governo e Parlamento provvedimenti concreti sui temi della lotta al precariato e del contrasto ai fenomeni delle querele temerarie e delle minacce ai cronisti. Con la Fnsi anche Inpgi, Casagit, Usigrai, l’Ordine Nazionale dei Giornalisti, i vertici del Fondo complementare dei giornalisti italiani, la Commissione pari opportunità della Fnsi, Articolo 21, l’associazione di giornaliste GiULia, l’Unione Cattolica Stampa Italiana (Ucsi), l’Unione nazionale cronisti (Unci) e l’associazione “A mano disarmata” Ordine dei giornalisti del Lazio; Pressing NoBavaglio; Unione giornalisti pensionati (Ungp); associazione Amici di padre Dall’Oglio; associazione Amici di Roberto Morrione; associazione Carta di Roma; l’associazione per l’informazione, la comunicazione e la cultura Lgbt, Gaynet; Italians for Darfur, Libera informazione, i colleghi del Cdr dell’Unità.

La Fnsi ritiene che non vi siano segnali che lascino intravvedere su queste materie soluzioni coerenti con gli impegni assunti dal Governo. Sulle querele temerarie non è ancora in discussione una norma che aiuti a contrastare il fenomeno. La proposta di legge sull’abolizione del carcere per i giornalisti giace ancora in Senato, in quarta lettura. Sui temi del lavoro, poi, è largamente condivisa la preoccupazione per il tentativo di stravolgere la legge di riforma dell’editoria senza affrontare i temi del rilancio del settore in tutte le sue componenti e del contrasto al lavoro senza diritti.

Per queste ragioni, la mobilitazione sarà la prima di una serie di iniziative pubbliche per richiamare l’attenzione anche dell’opinione pubblica sui temi della libertà di stampa, che non riguardano soltanto i professionisti dell’informazione, ma anche il diritto dei cittadini ad essere informati.

fonte: http://www.fnsi.it

 

Annunci

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: