Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Sei mesi senza stipendio: il sindacato si schiera in difesa dei colleghi del Giornale della Liguria

Alessandra Costante

Sei mesi senza stipendio, la tredicesima che manca all’appello e nessuna certezza del domani. È la drammatica situazione che stanno vivendo i colleghi della redazione del Giornale della Liguria, testata che una volta era il dorso de Il Giornale e che dopo la cessione è passata alla società ad hoc “Giornale della Liguria” del Gruppo facente capo alla Polo Grafico Spa.

A fronte di un alto senso di responsabilità dei giornalisti e dei dipendenti della testata, che nonostante tutto hanno continuato a prestare la propria opera con abnegazione e sacrificio personale, il pagamento degli stipendi continua ad essere un terno al lotto mentre l’azienda, con tattiche dilatorie sta cercando di non onorare il piano di rientro concordato con l’Associazione Ligure dei Giornalisti, disattendendolo già alla prima scadenza.

Situazione diventata insostenibile e di fronte alla quale i giornalisti del Giornale della Liguria, assistiti dall’ALdG, faranno tutti i passi necessari per far valere anche in campo giudiziale i diritti negati.

“La corresponsione dello stipendio non è un né un favore né un gesto di magnanimità, ma un dovere del datore di lavoro. Così come è un suo dovere, in caso di difficoltà aziendali, confrontarsi con i dipendenti per cercare soluzioni” sostiene Alessandra Costante, segretario dell’ Associazione Ligure dei Giornalisti.

Annunci

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: