Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Inpgi: i censori della svolta e le firme taroccate

Verso la convocazione del Consiglio generale

Verso la convocazione del Consiglio generale

di Marcello Zinola

Strepitio di accuse e denunce sulla continuità con Camporese della neo presidente Macelloni. Strepitio e al lupo al lupo, perché diciotto consiglieri chiedono la convocazione del consiglio generale Inpgi per discutere delle indennità del presidente e dei componenti del consiglio di amministrazione. Silenzio (imbarazzato) senza coccodè dei “neo-nee” censori dopo avere perso un posto al sole. Eeessì! Imbarazzo perché la richiesta di consiglio generale straordinario di Daniela Stigliano (“La Svolta” e che svolta) era come l’anatra zoppa. Perché aveva 18 firme ma due erano false. Lo hanno comunicato all’Inpgi due dei diciotto sottoscrittori, che hanno disconosciuto la loro firma, definendola falsa e chiedendo ragione a chi l’ha taroccata. Nonostante questo scivolone (si sa, a forza di buttare guano nel ventilatore si perde il controllo e si finisce di pigiare il tasto reverse che inverte il senso rotatorio, innaffiando il guanista) la presidente Macelloni risponde garbatamente alla richiesta anatra zoppa di Stigliano. Spiega lo statuto, evidenzia la lettera con cui due dei diciotto dichiarano falsa la loro firma e la conseguente decadenza della richiesta (18 è il numero minimo delle sottoscrizioni necessarie). Ma la stessa Macelloni che è presidente e donna di bello stile spiega: la discussione si farà. Questo è spirito di collaborazione. Ma alla neo presidente non sfugga la particolarità del caso: mai fidarsi (troppo) dei Savonarola con saio o gonnella. Sotto si nasconde sempre un diavolo. Che fa le pentole ma non i coperchi, come le firme a “loro (vera) insaputa”.

A questo link la lettera della presidente Marina Macelloni

Lettera Inpgi

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 aprile 2016 da in Giornalisti.

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: