Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Assostampa accusate di violare la par condicio: non c’è nulla di irregolare nell’endorsement

Campagna elettorale avvelenata all'Inpgi

Campagna elettorale avvelenata all’Inpgi

Dopo una campagna elettorale di assalto all’Inpgi inquinata da menzogne, cattiverie e cronache marziane, in queste ultime ore ci tocca anche leggere le incredibili proteste di chi lamenta la violazione di una non meglio precisata “par condicio”. I bersagli di questi ultimi strali avvelenati (saranno davvero gli ultimi?) sono alcuni segretari di associazioni regionali di stampa, rei di aver espresso pubblicamente la propria preferenza a favore dei candidati di “Inpgi siamo noi”, lista in cui si riconosce la maggioranza della Fnsi. Vorremmo rassicurare le anime belle dell’ultima ora, gli sfascisti di sempre, gli azzeccagarbugli a intermittenza e i diffamatori compulsivi e incontinenti: non c’è nulla di irregolare nell’endorsement. Si tratta al contrario di una presa di posizione naturale perché sincera e doverosa perché coerente con gli anni di lavoro svolto proprio nei territori. E’ qui, nella vicinanza quotidiana ai colleghi, nelle risposte concrete, nei servizi e nelle proposte che nasce l’esperienza di ‘Inpgi siamo noi’. Perché mai i dirigenti dei sindacati regionali dovrebbero tacerlo?
Tre semplici elementi per rispondere a chi, armato di livore, cerca di insegnare al prossimo come si vive. Aggrappandosi a una confusa miscellanea di citazioni giudiziarie. Primo: il sindacato non è l’istituto Inpgi, è un’associazione autonoma, libera nelle sue scelte politiche senza per questo violare alcuna regola o deontologia. Secondo: le elezioni Inpgi sono gestite dallo stesso Inpgi nella pienezza del rispetto delle regole. I vari gruppi di candidati si sono espressi, anzi lo stanno facendo a urne aperte, più democrazia di così… Non c’è alcuna violazione se un sindacato, come una delle parti in causa, esprime le proprie indicazioni valutando quale possa essere il futuro migliore della previdenza e della solidarietà. Terzo: a urne aperte, chiuse, semichiuse, socchiuse il limite, questo sì, della tolleranza per gli insulti e le falsità diffuse ancora in queste ore, è ampiamente esaurito. Di esperti in diritto il cui diritto è solo quello della diffamazione (qualcuno in sede di tribunale civile ha già pagato pegno per questo modo di agire) ne facciamo volentieri a meno. Per questo chiediamo a Beppe Giulietti, presidente della Fnsi, di fermare questa compulsiva macchina del fango.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 febbraio 2016 da in Assostampa Regionali, Editoria, Elezioni, Fnsi, Giornalisti, Inpgi con tag , , , , .

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: