Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Agcom, indagine online sul sistema dei media

logo-agcomL’Autorità Garante per la Comunicazione ha lanciato una nuova iniziativa che vuole “analizzare le prospettive della professione del giornalista e il futuro del sistema dei media in Italia”. E per farlo l’Agcom ha ben pensato di rivolgersi a chi l’informazione la produce direttamente: i giornalisti.
Il Garante ha dunque creato un Osservatorio sul giornalismo al quale chiede ai professionisti dell’informazione di contribuire compilando online (da pc, smartphone o tablet) un breve questionario disponibile fino al 30 novembre sul sito istituzionale dell’Agcom alla pagina http://www.agcom.it/osservatorio-giornalismo.
L’Osservatorio è parte integrante dell’indagine conoscitiva “Informazione e internet in Italia. Modelli di business, consumi, professioni” avviata con la delibera n. 113/14/CONS, nel cui ambito Agcom sta esaminando l’impatto del processo di digitalizzazione sul sistema dell’informazione, inserendosi nell’ampio dibattito che si è sviluppato, sia a livello nazionale sia internazionale, sullo stato dei media e sulle relative forme di finanziamento al tempo della rete.
“Obiettivo dell’indagine – scrive il Garante – è cogliere i mutamenti che l’irruzione di internet e il rapido cambio di scenario tecnologico stanno determinando sulla professione giornalistica e sull’organizzazione delle aziende editoriali. I massicci processi di digitalizzazione e dematerializzazione dei prodotti informativi classici stanno infatti trasformando radicalmente il sistema dell’informazione. Si assiste, in definitiva, ad un fenomeno straordinario che rivoluziona il prodotto informativo stesso e frammenta il pubblico e le audience, mette in discussione modelli e forme di organizzazione industriale; un fenomeno, in altre parole, che investe assetti consolidati i cui effetti non sono ancora pienamente evidenti”.
Con la sua indagine l’Agcom si propone di analizzare le implicazioni di ordine economico, sociale e culturale dei nuovi modelli di offerta di informazione, anche con riferimento alla parallela evoluzione delle risorse pubblicitarie.
“In questo quadro – si legge ancora nella nota – l’Autorità ritiene fondamentale acquisire il punto di vista che i professionisti dell’informazione hanno del proprio lavoro; delle criticità, delle sfide e delle opportunità che sono connesse al cambio di scenario in corso; dell’esigenza di definire nuovi ruoli in risposta alla crisi generalizzata del comparto della comunicazione”.
L’Osservatorio sul giornalismo nasce quindi come strumento di confronto privilegiato e diretto con i giornalisti italiani, nel tentativo di offrire un’analisi censuaria e una piattaforma di condivisione del quadro che verrà a delinearsi.
L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Fnsi, Inpgi, Lsdi, Ordine dei giornalisti, Unione sindacale giornalisti freelance e Usigrai.
Le informazioni raccolte con il questionario sono acquisite in forma anonima e analizzate in forma aggregata, e saranno utilizzate per elaborazioni statistiche per lo svolgimento dei compiti istituzionali dell’Autorità, nel massimo rispetto della disciplina in materia di trattamento dei dati personali di cui al d.lgs. 196/2003. Il tempo di compilazione è stimato in 10 minuti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: