Sindacati Regionali di Stampa

Il nuovo blog delle sindacaliste e dei sindacalisti delle Associazioni regionali di stampa della Fnsi

Pensioni Inpgi, Serventi: “Nessun taglio”

Paolo Serventi Longhi, vicepresidente Inpgi

Il Vice Presidente dell’Inpgi Paolo Serventi Longhi risponde con una decisa e precisa nota ai dubbi sollevati in merito al futuro delle pensioni Inpgi da Franco Abruzzo, presidente dell’Unione Nazionale Pensionati, sul sito sito internet.
“Nessuno all’Inpgi pensa di tagliare le pensioni, tanto meno il suo Presidente”, chiarisce subito Seventi Longhi. “Il collega Franco Abruzzo, nella sua veste di presidente di una unione pensionati Unpit, esprime preoccupazioni per alcune dichiarazioni del Presidente dell’Inpgi Andrea Camporese relativamente alla recente sentenza della Cassazione “che ha bocciato i tagli delle pensioni”. In verità Camporese ha partecipato ad un convegno organizzato dalla Cassa dei ragionieri, che fa parte, insieme ad altre 18 casse dell’Adepp, dell’associazione degli enti privatizzati dei professionisti presieduta dallo stesso Camporese. Nel convegno alcuni dei partecipanti hanno criticato la sentenza, mentre Camporese ha fatto riferimento con preoccupazione giustificata, in generale, alle conseguenze della crisi economica e occupazionale, e quindi alle prospettive della previdenza in termini attuariali, contributivi e demografici”.
“L’Inpgi – conclude dunque il Vice Presidente Serventi Longhi – non ha peraltro intenzione di mettere in discussione alcun diritto acquisito, tanto meno l’entità delle pensioni.”

Riportiamo quindi di seguito, per completezza, anche la nota di Franco Abruzzo (qui il link diretto al sito).

7.10.2014 – PENSIONI INPGI. La strana manovra di Andrea Camporese che ha partecipato all’attacco alla sentenza della Cassazione che ha bocciato i tagli alle pensioni come auspica il presidente della Cassa Ragionieri sodale di Camporese nell’Adepp. Camporese ha detto: “Un approfondimento è opportuno, affrontando questioni che riguardano la sostenibilità tecnico-attuariale, l’andamento dell’economia reale e quindi del flusso contributivo, l’andamento demografico, il peso dei diritti acquisiti. Il fine deve essere quello di trovare un nuovo punto di equilibrio tra tutte queste componenti”. Che significano queste parole? Camporese parli chiaro e dica che, se il futuro dell’Inpgi è a rischio, la confluenza nell’Inps è l’unica soluzione prima che sia troppo tardi. Quest’anno il bilancio previdenziale dell’Istituto chiuderà con un meno 100 milioni.- di Franco Abruzzo – presidente Unpit

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informativa sui cookies

La piattaforma Wordpress utilizza i cookies. Questo blog, indipendentemente dalla volontà di chi lo aggiorna, rientra di conseguenza nella normativa in materia. Per ottemperare agli obblighi di legge sull'uso dei cookies, Wordpress consiglia di inserire nel blog un widget di testo - come questo - con un link alla Privacy Policy della piattaforma nella quale sono contenute le informazioni sui cookies utilizzati. Ad ogni modo, ricorda ancora Wordpress, è sempre possibile rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Proseguendo con la consultazione del blog si accetta l’utilizzo dei cookie.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: